#Afroditecelo: Conoscete la Collezione De Martiis di Cividale del Friuli?

C’è chi si sta abbrustolendo sotto l’estivo sole cocente, chi si arrostisce chino sui libri …e poi c’è chi ci sforna un succulento Afroditecelo!đź“Ł Oggi Ana ci racconta le sue impressioni su una mostra che le ha fatto battere il cuore in modo del tutto inaspettato. Volete saperne di piĂą sul coup de foudre tra Ana e la Collezione de Martiis di Cividale del Friuli? Vi lasciamo alle sue parole! 🥰 đź’Ś


Negli articoli precedenti si è parlato di quanto l’arte possa arrivare a infiammare i cuori degli uomini; un’impresa ardua e difficile che, solo se effettivamente riesce, permette all’artista di chiamare la sua opera Arte. 

Ebbene, di recente il mio cuore è arso non per il torrido caldo estivo, ma di gioia ed entusiastica vitalitĂ  grazie alla Collezione de Martiis allestita da poco nella mia cittĂ , Cividale del Friuli. 

La collezione

Palazzo De Nordis, Cividale del Friuli

La mostra di cui vi parlerò è molto eterogenea per stile e periodi storici (si va dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri) tanto che disporre le opere che la compongono secondo dei fili conduttori non dev’essere stato affatto semplice. Ad ogni modo, l’allestimento del museo è stato possibile grazie alla generositĂ  di un collezionista, il sig. De Martiis, che decise di affidare i propri quadri alla comunitĂ  cividalese, mosso dal desiderio di poter condividere con piĂą persone l’effetto benefico che questi avevano su di lui. 

Così essi dalle confortevoli mura domestiche, sono stati trasferiti nel centro della cittĂ  ed esposti nel prestigioso quattrocentesco palazzo De Nordis, le cui stanze, accessibili anche ai disabili, ci trasportano verso squarci di vita ordinaria femminile, divertenti illusioni ottiche e omaggi alle avanguardie storiche come la sensazionale Eiffel LibertĂ  di Sergio Colussa, che a mio parere potrebbe essere l’opera simbolo di tutta la mostra in quanto sintesi di un po’ tutti gli stili presenti. 

Delle piacevoli scoperte

La Collezione de Martiis non ha limiti e accompagna i suoi visitatori alla scoperta di nuove esperienze attraverso essenziali linee , forme geometriche o pennellate intenzionalmente corpose che comunicano la bellezza -a volte grezza – dell’interioritĂ  umana, ma anche grazie a opere come Eta Lila di Victor Vasarely che, sulla scia dell’Op art, sfidano la nostra percezione della realtĂ  facendo notare l’esistenza di molteplici punti di vista con cui leggerla e farne esperienza. 

Perché in fondo limitarci a solo un modo di vedere la vita?
Perché non ampliare i nostri orizzonti, se anche l’arte stessa è sempre alla ricerca di nuovi mondi finora sconosciuti?

Se anche voi avete un’indole curiosa e siete desiderosi di “esplorare nuovi mondi” , allora sono ben felice di dirvi che avrete la possibilitĂ  di valicare i confini in direzione est: infatti, potrete conoscere suggestivi lavori prodotti durante l’era sovietica appartenenti a stili che purtroppo ci sono ancora sconosciuti.  Rielaborando le note esperienze del futurismo e cubismo “occidentali”, il Costruttivismo e il Raggismo russi alimentano la nostra immaginazione con tele cariche di personalitĂ  e carattere, come il magnifico olio su tela di Natal’ja Sergeevna GonÄŤarova. 

In questo Senza Titolo l’arte dinamica e vigorosa dei futuristi è evidente; sicuramente anche voi sapreste riconoscerli e questo gioco di accostare i vari stili è una tentazione davvero irresistibile, ve lo assicuro!

La vitalità dell’arte

Spero di aver trasmesso tutto l’entusiasmo che ho provato uscendo – controvoglia! –  da questa mostra davvero stimolante dove l’arte si mostra in tutte le sue sfaccettature: delicata e sensibile e, al tempo stesso, coraggiosamente ribelle e provocatrice. Ed è proprio questo suo carisma che ci spinge a fuoriuscire dai nostri canoni tradizionali della bellezza per riscriverli in termini sempre nuovi  e infiammare i nostri cuori fino a farci sentire vivi.  Non siete d’accordo? 

Vi ringrazio, a presto!

Per maggiori info sulla collezione: 

Sito web: www.palazzodenordis.it

Biglietteria: 0432 2710357

FB e IG: @palazzodenordis 


A.K. Lesizza


Anche voi avete qualcosa da raccontarci? Coraggio, non vediamo l’ora di sentirla! Se anche voi avete consigli culturali per noi… #AFRODITECELO!


Mandateci una mail o contattateci sui nostri profili Instagram o Facebook, non vediamo l’ora di pubblicare le vostre riflessioni! đź’Ś

Altri Afroditecelo che potrebbero incuriosirti:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: