Polenta di storie – Capitolo 11: Mariano Fracalossi

Il tempo passa e anche Polenta di Storie, la rubrica che vi ha accompagnati per un anno intero con un capitolo al mese, sta per arrivare alla fine. Speriamo che questo viaggio, che si è diramato lungo diversi sentieri, vi abbia fatto scoprire tante curiosità sugli artisti della nostra regione!

Oggi vi presentiamo l’undicesimo artista, Mariano Fracalossi. Alcuni di voi avranno notato che non siamo ancora arrivati a dodici. Il dodicesimo artista, infatti, sarà una piccola sorpresa 🥰

MARIANO FRACALOSSI

Il viso lungo e magro, il rosso delle guance appena accennato, le labbra carnose, i capelli lunghi sistemati all’indietro e lo sguardo che osserva, o che solo si perde nel vuoto. Questi sono alcuni caratteri di me, quelli che la gente deve vedere così come li vedo io ora allo specchio. Li stendo velocemente su una tela, lo sfondo sarà monocromo verde marino. Così rimarrò qui, in una vecchia cantina o magari in una galleria d’arte e alcune foto della mia opera saranno replicate su Internet, moltiplicandosi, perdendo l’aura. Diventando solo un segno. Mi cercheranno, forse, e troveranno la versione di me così come io ho scelto di raccontarmi. Alcuni caratteri, una lieve traccia di Marino Fracalossi su un monocromo verde marino.

Allegate, troveranno anche alcune informazioni su di me, lo stretto necessario per darmi una forma. Su un cartellino appeso a una parete bianca o su Wikipedia. Pittore e decoratore, come il padre Attilio, ma anche insegnante. Nato e vissuto a Trento, quella città di cui era così innamorato da dedicargli opere e mostre, poi riprodotte in giro per il mondo. A questo punto ci sarà una voce che reciterà così; vedi il mosaico nel Palazzo della Provincia di Piazza Dante dove racconta la storia dell’autonomia. Mariano Fracalossi è stato un artista trentino – al passato perché il processo di stesura della mia identità necessita la mia assenza – anche se le sue opere sono state esposte in Messico, Austria, Cile, Spagna, Brasile, Argentina e Paraguay. 

Eppure, non sono solo questo, questi sono alcuni caratteri, dei segni tra gli altri. E mentre le mie opere rimarranno qui, in una vecchia cantina o magari in una galleria d’arte, io sarò prima ricordato da alcuni, poi in modo sempre più lieve fino a sparire. Un’ultima cosa vorrei si ricordasse; il potere della creatività come forza capace di generare, davvero qualsiasi cosa. Senza sperimentazione non c’è creazione e questo è quello che più di tutto racconto ai miei studenti. E che ora scrivo qui, magari qualcuno leggerà queste righe. Fate, provate, siate curiosi, meravigliatevi e raccontate tutto quello che vi colpisce il cuore.

Mariano Fracalossi (Trento, 24 agosto 1923 – Trento, 22 maggio 2004) è stato un pittore ed insegnante italiano.

Testo a cura di Abram Tomasi
Disegno e grafica a cura di Ilaria Gasperotti


Cos’è “Polenta di storie”?

Polenta di storie è un progetto nato dalla collaborazione tra Afroditelo e due giovani creativi: Abram (studente di comunicazione) e Ilaria (studentessa di Belle Arti).
Questo progetto nasce con l’obiettivo di parlare di artisti trentini, cercando di dimostrare come anche il Trentino è stato culla di una serie di brillanti menti creative che, in alcuni casi, hanno addirittura dato un contributo importante alla storia dell’arte non solamente in Italia, ma in tutto il mondo. Mostrando così che, oltre ai sentieri naturali e panoramici, la nostra regione è ricca anche di altri percorsi da esplorare: dei sentieri artistici e creativi.
Abbiamo scelto di chiamarlo Polenta di storie perché la polenta è un piatto tipico e molto noto della nostra regione. In particolare, abbiamo voluto rendere omaggio ad uno dei prodotti tipici del Trentino: la polenta di Storo. Le storie presentate in questo progetto saranno proprio come la polenta: coese, compatte e ben legate tra loro grazie alle emozioni suscitate dalle parole di Abram e dai disegni di Ilaria. Poi vabbè… la polenta sta bene con tutto.

Le storie che verranno presentate non saranno dei testi “pedagogici”. Se ci segui già da un po’ saprai che Afroditelo ha un solo è grande interesse: emozionare. Noi ne siamo certe: Abram e Ilaria ti faranno innamorare della storia artistica del Trentino, catturandone l’essenza attraverso l’arte della parola e quella del disegno.

Sei pronto? Ricorda, l’appuntamento è una volta al mese ✨

Ti piace questo progetto? Faccelo sapere con un commento qui sotto o un piccolo like ❤️


Abram Tomasi
Ilaria Gasperotti
Instagram @ilaria_gasperotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: