VeLo spiega Tasnim Ali

È il 2020, inizia la pandemia, siamo tutt* rinchiusi in casa e non sappiamo cosa fare. A Roma, una ragazza vive con la sua famiglia e ha modo di ripensare a molte frasi che le sono state dette, ai pregiudizi che ha vissuto (e vive) sulla propria pelle. Sua sorella minore le fa scoprire un nuovo social, TikTok, dove tutt* ballano. Lei, però, vuole provare a fare qualcosa di diverso; così, comincia a raccontare la sua vita, rispondendo ai pregiudizi con allegria e ironia. Questa ragazza si chiama Tasnim Ali (su TikTok @alitasnim), ed è una ragazza italiana, anzi, romana – ma proprio “romana de Roma” – e musulmana. Non è difficile immaginare che i suoi video attraggano commenti positivi, ma anche negativi. Lei, però, non si lascia scoraggiare, e risponde, nuovamente, con altri video. In poco tempo viene apprezzata sempre di più e, vi assicuro, se ci guardate un attimo capite subito il perché.

Nel novembre 2021 è oramai spopolata, e, insieme ad altri quattro influencer (Momo, Raissa, Isabo e Dayoung) inizia una nuova e affascinante avventura, che le permette di essere conosciuta da ancora più persone: fa parte di NewG, il primo video-podcast italiano di Spotify! Gli argomenti dei vari episodi sono svariati, ed è sempre un piacere ascoltarli e vederli. Visto che non voglio farvi troppi spoiler, facciamo che vi lascio il link: correte a dare un’occhiata!


©️alitasnim

Il 29 marzo 2022, raggiunge un altro grandissimo traguardo: pubblica il suo primo libro, VeLo Spiego, in cui racconta moltissime curiosità sulla sua religione, sulla sua vita, su come vive la sua quotidianità, in una società in cui il pregiudizio è talmente radicato da essere spesso invisibile ad occhio nudo. È un libro in cui si apre, si racconta, si confida con i suoi lettori.

Non so se seguiate Tasnim, ma suvvia, parliamone: porta sempre degli outfit pazzeschi (con il velo abbinato, ça va sans dire) e ha uno stile tale che, solo guardandola e ascoltandola, tutt* coloro che hanno pregiudizi dovrebbero capire che si tratta di affermazioni (se non offese) affrettate e senza fondamenta. Nel libro, oltre a decine di altre cose, racconta anche questo: di come ha deciso di portare il velo e come, gradualmente, anno dopo anno, ha capito e apprezzato il suo significato più profondo.

Scorre veloce come il vento, l’ho letteralmente divorato, sembrava di leggere il racconto di un’intrigante chiacchierata tra amici. Cioè non so se mi spiego regà, sembrava di avercela proprio lì davanti intenta a raccontare quanto è importante per lei il velo, pazzesco aò, sentivo il suo tipico accento romanaccio frullarmi nella mente, e non vorrei mai togliermelo dalla testa, sentivo proprio ‘n friccico ner core.


Ma torniamo allo scopo di questo libro. L’avrete capito, serve a togliere il velo del pregiudizio, per riuscire a vedere ed apprezzare finalmente la bellezza del velo di Tasnim. È un libro che andrebbe letto da tutt*, grand* e piccin*, e lo stile di scrittura aiuta a essere capito da chiunque. Mi correggo, da chiunque sia disposto ad ascoltare e a capire. Il concetto non dovrebbe essere difficile, ma ve lo faccio ripetere da Tasnim:

Mi fa sempre piacere rispondere alle vostre domande, soprattutto a chi vuole davvero ascoltare la risposta. Il pregiudizio è umano, ma è avere intenzione di capire che fa la differenza.

Tasnim Ali, VeLo Spiego

Non serve scendere nello specifico per farci ripensare a situazioni in cui il pregiudizio la fa da padrone; in cui le persone si sentono potenti e in grado di giudicare la vita degli altri. Esiste un famoso detto dei nativi d’America che dovrebbe essere un monito per ogni qual volta giudichiamo troppo in fretta:

“Prima di giudicare qualcuno, cammina per 3 lune nei suoi mocassini”

Proverbio Sioux

Questo libro mi ha lasciato troppo entusiasmo e troppa speranza in un futuro migliore per farmi scoraggiare dal mondo che ci circonda; ed è questo l’importante, perché significa che le parole di Tasnim mi sono entrate nelle vene e hanno raggiunto il loro scopo. Ora il mio è quello di cercare di diffondere il suo messaggio, perché un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce.

Perciò andiamo tutti a far crescere questa foresta! Regaliamo questo libro, condividiamolo nei social, ascoltiamo New G, supportiamo Tasnim, e tutt* l* attivist* e creator di contenuti che cercano di migliorare la realtà!

Francesca

Hey ciao! Grazie di aver letto quest’articolo 🥰 Ti va di leggere ancora qualcosa? Dai un’occhiata qui sotto!

Nihal della Terra del Vento ci insegna a volare

Ehi tu, lettoræ appassionatæ! Ricordi qual è stato il libro che ti ha fatto appassionare alla lettura? Io si, ed è stata la collana che mi ha portata a scoprire Licia Troisi e la sua prima creatura: Nihal della terra del vento. In questo articolo, vi racconto un po’ la sua storia, e proveremo a volare insieme a lei.

LA CITTÀ DELLA GIOIA, Dominique Lapierre

Stanchi di non avere mai una gioia? Oggi, cari amici di Afroditelo vi voglio raccontare una storia che vi farà ricredere, ma per farlo devo presentarvi un romanzo di Dominique Lapierre che vi porterà fino in India, nella calda Calcutta. Lì conoscerete che faccia ha la povertà, ma anche la gioia delle piccole cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: