Qualcuno ha detto autunno? Finalmente la stagione preferita della vostra cuoca Debora è tornata e, insieme a lei, ritorna la sua rappresentante più famosa… la zucca, un incredibile frutto frutto (sì, le vedo le vostre facce sconcertate ma vi assicuro che si tratta di un frutto!) che possiamo trovare in numerosi libri e film.

Vi auguriamo una buona lettura di questo nuovo appuntamento con #laculturaincucina 🎃

La zucca nella storia, nei film e nei libri

Chi di noi non pensa alla dolce zucca arancione quando gli viene chiesto di nominare un alimento autunnale? Sapevate però che la zucca ha una storia antichissima prima di arrivare sulle nostre tavole?
Già perché la storia della protagonista di questo appuntamento de #laculturaincucina parte più di 8000 anni fa.

La zucca veniva coltivata e cucinata già dagli antichi Romani per poi trovare la sua vera svolta con la scoperta delle Americhe. Ebbene sì, la zucca arancione e rotonda che noi conosciamo oggi venne importata da oltreoceano (dove veniva coltivata già dal 5000 a.c. e durante i secoli sono state molte le credenze, le tradizioni, e anche le opere d’arte, che si sono sviluppate attorno ad essa.

La tradizione di intagliare le zucche con facce spaventose da riempire con le candele ed utilizzare come simpatica decorazione ad Halloween ad esempio è una tradizione celtica (per cui inizialmente si usavano le rape). Il motivo? Tenere lontano Jack O’ Lantern, l’anima errante condannata a vagare sulla terra per l’eternità a causa dei suoi imbrogli al diavolo.

La zucca compare anche in diverse opere, basti pensare alla carrozza di Cenerentola trasformata da una zucca, o al film Nel fantastico mondo di Oz (1939) dove incontriamo il personaggio di Jack testa di zucca, uno spaventapasseri animato con una zucca al posto della testa.

© Imperoland – Cenerentola – Bibbidi Bobbidi Boo!

Ti piace la zucca? Ecco qualche consiglio 👩🏽‍🍳

Ma il nostro non solo è entrato nell’immaginario collettivo ma si è guadagnato un posto importante nella nostra cucina. Delle circa 800 tipologie di zucca esistenti circa 200 infatti sono edibili e possono essere utilizzate per le ricette più disparate.

E lo sapevi che della zucca si può mangiare tutto? Ancora emozionate dal nostro ultimo progetto “Cultura km 0“, vi raccontiamo di come la zucca può essere cucinata tutta intera al forno e consumata in tutte le sue parti; con la buccia si possono realizzare delle ottime chips che hanno un dolce gusto che ricorda quello delle castagne, i semi possono essere tostati e gustati come snack o utilizzati per le decorazioni di pani, focacce e torte.

E con la polpa? Ci si sbizzarrisce… il mio consiglio è di cimentarsi sia col dolce che col salato preparando degli ottimi muffin ma anche una vellutata da leccarsi i baffi, provare per credere!

E voi come utilizzate la nostra protagonista autunnale? Fatecelo sapere nei commenti 👇🏼

– Debora

Guarda qui gli altri articoli de #lacultura in cucina 🍮